Il sito visit.terresmonviso.eu è online in versione Beta! Hai consigli e feedback su come migliorarlo? Scrivici sui social!

Anello Montemale – Piatta – Castelmagno

Informazioni
Tipologia di percorso
ciclismo su strada
Dislivello
1630 m
Km
63.6 km

Percorso articolato che consente di affrontare due salite impegnative rese celebri delle ultime edizioni della granfondo su strada “Fausto Coppi”, che ogni anno a inizio luglio accoglie appassionati delle due ruote da tutta Europa. La prima ascesa permette di scaldare i muscoli guadagnando Montemale dominato dalla caratteristica
sagoma del suo castello, la cui storia ci riporta al 1098, e Piatta Soprana. La seconda, sicuramente più impegnativa e all’altezza delle aspettative dei ciclisti più allenati, il Santuario di San Magno posto a 1761 m slm.

Partenza dal filatoio di Caraglio dove si inizia a pedalare in direzione di Dronero per 800 m per poi svoltare a sinistra, affrontare la breve, ma ripida rampa che permette di guadagnare b.ta Paniale e il successivo omonimo colletto. Sfruttando stradine secondarie si raggiunge l’attacco della prima salita presso la cappella di Santi Bernardo e Mauro (Valgrana) dove si svolta a destra alla volta di Montemale. Qui giunti si supera l’abitato svoltando a sinistra e proseguendo, sempre in salita fino a uota 1080 m slm dove la pendenza si fa decisamente più moderata e si raggiunge, lungo un mezzacosta panoramico, b.ta Piatta Inferiore dove ha inizio la discesa su Cavaliggi. Raggiunta la provinciale si svolta a destra i direzione Pradleves da dove si affronta la salita finale che raggiunge i 1760 m slm del Santuario di Castelmagno. Il rientro avviene seguendo la provinciale fino a Caraglio e ignorando tutte le diramazioni secondarie. Giunti alla rotonda nel centro del paese si svolta a sinistra, in direzione Dronero e in breve si fa ritorno la Filatoio, punto di partenza dell’itinerario.

Un territorio che ha ottenuto il riconoscimento dall’UNESCO come Riserva della Biosfera del Monviso, una terra discreta, ma di straordinaria bellezza e unicità.

Queste valli sono il territorio ideale per chi ama la montagna e la natura e soprattutto lo sport all’aria aperta: dal trekking alle passeggiate a cavallo; dal mountain bike all’arrampicata sportiva e su ghiaccio; dal kite surf al parapendio; dallo sci alpino a quello di fondo; dalla canoa al rafting.

Hai bisogno di aiuto?