Il sito visit.terresmonviso.eu è online in versione Beta! Hai consigli e feedback su come migliorarlo? Scrivici sui social!

Anello Sentieri Lanzetti e Crotto

Informazioni
Tipologia di percorso
Mountain Bike
Dislivello
870 m
Km
19.4 km

L’itinerario proposto ricalca due antichi collegamenti di alta valle verso il colle dell’Agnello, con belle panoramiche sulle cime della testata valliva. Di sicuro interesse il passaggio a Chianale, segnalato come uno dei “Borghi più belli d’Italia” per l’ottimo stato di conservazione e recupero dell’architettura tipica del luogo. Suggestiva, infine, la parte finale dell’escursione con il blu del lago artificiale di Pontechianale e il verde dei pini cembri del bosco dell’Alevè a regalare una panoramica da cartolina.

L’itinerario proposto, pur con uno sviluppo limitato, percorre entrambi i versanti dell’alta valle Varaita.

Si risale l’abitato di Pontechianale attraversando la provinciale di valle e raggiungendo località Genzana e da qui, seguendo le indicazioni, il Rifugio Savigliano. Si continua a pedalare su asfalto fino a quota 1720 m slm dove ha inizio il fondo naturale; si evita un primo bivio sulla sinistra mentre si imbocca, sempre a sinistra, quello successivo riportante le indicazioni “Sentiero Nanni Lanzetti” che con un lungo saliscendi a mezzacosta percorre le praterie sud del Tre Chiosis scendendo nel vallone di Soustra e raggiungendo la carrozzabile per il colle dell’Agnello. La si percorre in discesa fino a Chianale dove si attraversa il borgo e si imbocca la pista agricola che, sulla destra orografica del Varaita, scende fino a Pontechianale diventano sentiero (“Sentiero Crotto”) tecnico. Raggiunta l’area campeggio sulla sponda del lago si segue la divertente sterrata che lo costeggia sul versante destro orografico (molto frequentata dai turisti per camminate nel periodo estivo). Si percorre il muraglione di sbarramento all’invaso, si raggiunge Castello e si rientra a Pontechianale svoltando a sinistra e percorrendo per 1.5 km la provinciale.

Un territorio che ha ottenuto il riconoscimento dall’UNESCO come Riserva della Biosfera del Monviso, una terra discreta, ma di straordinaria bellezza e unicità.

Queste valli sono il territorio ideale per chi ama la montagna e la natura e soprattutto lo sport all’aria aperta: dal trekking alle passeggiate a cavallo; dal mountain bike all’arrampicata sportiva e su ghiaccio; dal kite surf al parapendio; dallo sci alpino a quello di fondo; dalla canoa al rafting.

Hai bisogno di aiuto?