Il sito visit.terresmonviso.eu è online in versione Beta! Hai consigli e feedback su come migliorarlo? Scrivici sui social!

Castello di Castellar

Informazioni
Indirizzo
Castellar, Via Cambiano, 11
Contatti
(+39) 338 7717709 / anselmo@marchesatodisaluzzo.it

Il castello fu costruito nel XIV secolo a scopo difensivo, su una grande zona rocciosa che sovrasta la Valle Bronda.

Venne fatto edificare dal marchese Tommaso II di Saluzzo il cui figlio Azzone, dal quale ebbe origine il ramo della famiglia dei Conti Saluzzo di Paesana e Castellar, lo ingrandì e lo destinò a dimora perenne. Dal 1300 al 1940 fu posseduto ed abitato da questa famiglia, che sul finire del secolo XIX ereditò il titolo di Marchesi di Saluzzo. Attualmente è di proprietà della famiglia Aliberti.
Il Castello di Castellar fu nei secoli ampliato ed abbellito, fino a giungere ai giorni nostri ”vestito” di struttura medievale, essendo stato ristrutturato, alla fine del XIX° secolo, su progetto elaborato dallo studio dell’architetto Dandrade.
Ridotato del ponte lavatoio, delle quattro torri d’angolo, del mastio centrale e delle merlature ghibelline, il castello si presenta con la struttura più consona e adatta ad una roccaforte medievale quale era.
L’interno è suddiviso in ampi saloni, la maggior parte dei quali affrescati e dotati di soffitti a cassettoni riccamente dipinti. Le due gallerie centrali, una al primo piano e l’altra al secondo, separano i saloni. Nel Salone del Risorgimento Italiano è contenuta una collezione di rari cimeli storici militari, armi e uniformi riguardanti il Risorgimento e l’Unità d’Italia. Fa da cornice al castello un giardino a terrazzo di 600 mq contornato da muro merlato.

Il Castello è anche location di eventi, manifestazioni, ricevimenti.

 

 

Un territorio che ha ottenuto il riconoscimento dall’UNESCO come Riserva della Biosfera del Monviso, una terra discreta, ma di straordinaria bellezza e unicità.

Queste valli sono il territorio ideale per chi ama la montagna e la natura e soprattutto lo sport all’aria aperta: dal trekking alle passeggiate a cavallo; dal mountain bike all’arrampicata sportiva e su ghiaccio; dal kite surf al parapendio; dallo sci alpino a quello di fondo; dalla canoa al rafting.

Altre storie
Tour Monviso Strada
Apri Chat
Hai bisogno di aiuto?