Il sito visit.terresmonviso.eu è online in versione Beta! Hai consigli e feedback su come migliorarlo? Scrivici sui social!
sentiero di montagna in fiore

Sentiero dei Fiori

© Simone Mondino - Archivio Unione Montana Valle Stura

Informazioni
DISLIVELLO
200 m
SVILUPPO
8,2 km
PARTENZA/ARRIVO o ANELLO (con auto)
Colle di Valcavera o Rifugio Carbonetto (con auto)
SCARICA LA TRACCIA

Il Sentiero dei Fiori nel Vallone dell’Arma – Demonte

Il nome ne è la prova. Se cercate un sentiero adatto a tutti, circondato di stupende fioriture di alta montagna, dovete provare questo percorso.

L’itinerario è percorribile in 3 modalità:

OPZIONE 1

Si può scoprire la prima parte e poi tornare indietro (N.B: la traccia caricata nella casella INFORMAZIONI si riferisce a questa modalità):

salendo da Demonte nel Vallone dell’Arma, si lascia l’auto al Colle Valcavera e si imbocca il sentiero che a mezzacosta parte in direzione del Monte Omo (direzione opposta alla Gardetta) e con leggeri saliscendi taglia i versanti erbosi del vallone. Da qui si rientra al Colle.

OPZIONE 2

Si può scendere fino al Rifugio Carbonetto organizzandosi con le auto (lasciandone una al rifugio):

salendo da Demonte nel Vallone dell’Arma, si lascia un’auto al Rifugio Carbonetto e con l’altra si va al Colle di Valcavera, si imbocca il sentiero che a mezzacosta parte in direzione del Monte Omo (direzione opposta alla Gardetta) e con leggeri saliscendi taglia i versanti erbosi del vallone. Da qui si arriva nel vallone di Serour, dal quale si deve poi scendere verso l’alpeggio, e quindi al rifugio Carbonetto dove si è precedentemente lasciata l’auto.

OPZIONE 3

Si può percorrere tutto l’itinerario a piedi con un giro ad anello intorno ai monti Omo e Salè:

per gli escursionisti più allenati, nel vallone di Serour si prosegue verso il Colle Moura delle Vinche, dal quale si scende nel Vallone degli Spagnoli fino ad incontrare la strada sterrata che in salita porta verso il colle della Bandia ed il colle Valcavera.

Itinerario estivo, anche adatto ai bambini nelle opzioni 1 e 2.

Un territorio che ha ottenuto il riconoscimento dall’UNESCO come Riserva della Biosfera del Monviso, una terra discreta, ma di straordinaria bellezza e unicità.

Queste valli sono il territorio ideale per chi ama la montagna e la natura e soprattutto lo sport all’aria aperta: dal trekking alle passeggiate a cavallo; dal mountain bike all’arrampicata sportiva e su ghiaccio; dal kite surf al parapendio; dallo sci alpino a quello di fondo; dalla canoa al rafting.

Hai bisogno di aiuto?