Il sito visit.terresmonviso.eu è online in versione Beta! Hai consigli e feedback su come migliorarlo? Scrivici sui social!

Valle Bronda Trekking

© Photo CreditS: Andrea Piacenza

Informazioni
DISLIVELLO
+ 1640 MT
KM
31,16

Il Valle Bronda Trekking rappresenta una novità nella panoramica degli anelli escursionistici della provincia di Cuneo, che ne annovera molti già noti e apprezzati; il VBT si caratterizza per essere un itinerario ad anello che offre a tutti, nel periplo a ferro di cavallo lungo le sue boscose dorsali, la possibilità di godere di panorami rilassanti, conoscere alcuni dei suoi beni artistici più antichi e preziosi, sentire l’intenso profumo del bosco.

L’itinerario si snoda tra i Comuni di Castellar, Pagno e Brondello in questa piccola valle adiacente alla valle Po, a pochi km da Saluzzo e vocata alle coltivazioni di frutta (mele Valle Bronda, uva tra cui la pelaverga, ramassin; in questi comuni si produce il vino DOC Colline Saluzzesi Pelaverga, e le susine ramassin sono un presidio Slow Food). Sul percorso del VBT sono dislocati svariati beni di interesse storico ed artistico, un autentico scrigno di arte e storia: dalla cappella campestre di San Ponzio, al Castello di Castellar costruito su uno sperone roccioso, che risale al XIV secolo, all’antica abbazia SS. Pietro e Colombano a Pagno, e alla Torre dell’Orologio che domina su Brondello con l’antico ponte medioevale ad arco in pietra. Il percorso proposto conduce l’escursionista prima sul versante solatio e poi su quello più ombroso della valle, attraverso un tracciato che si mantiene costantemente in quota sulle dorsali intervallive, da cui si scende soltanto per raggiungere le strutture di accoglienza poste nei tre paesi di Castellar, Pagno e Brondello. Un anello percorribile per gran parte dell’anno, adatto a tutti percorrendo anche solo le singole tappe, ben segnalate. Il VBT è apprezzato anche in MTB data la cospicua presenza di strade sterrate e sentieri in grado di soddisfare le aspettative di tutti i bikers.

Un territorio che ha ottenuto il riconoscimento dall’UNESCO come Riserva della Biosfera del Monviso, una terra discreta, ma di straordinaria bellezza e unicità.

Queste valli sono il territorio ideale per chi ama la montagna e la natura e soprattutto lo sport all’aria aperta: dal trekking alle passeggiate a cavallo; dal mountain bike all’arrampicata sportiva e su ghiaccio; dal kite surf al parapendio; dallo sci alpino a quello di fondo; dalla canoa al rafting.

Altre storie
Chiesa di San Peyre
Apri Chat
Hai bisogno di aiuto?